Sai quali sono le tue abitudini positive? E sai quali sono quelle negative?

By admin Pensieri Nessun commento su Sai quali sono le tue abitudini positive? E sai quali sono quelle negative?

E’ molto importante saper riconoscere e conoscere le proprie abitudini, quelle buone, quelle da migliorare e quelle da eliminare.

Eh sì, noi siamo “animali sociali abitudinari”, i nostri spazi di azione sono costellati di abitudini, di schemi mentali, di schemi relazionali che ripetiamo più o meno consapevolmente. E questo vale sia per le nostre azioni individuali e sia per quelle che svolgiamo in contesti professionali ed extra-professionali.

Le routine, gli schemi, le abitudini nascono quasi sempre per caso, a seconda di come si iniziano a fare per la prima volta le cose e poi si “fissano”, si cristallizzano e si creano i comportamenti automatici e la cosiddetta “zona di comfort” che ci rassicura e nella quale ci troviamo bene.

Nulla di male, se si tratta di abitudini positive.

Il passo fondamentale è analizzare le proprie abitudini, le routine aziendali, gli schemi comportamentali che si ripetono e individuare quali sono quelle da migliorare e quali quelle da sostituire. A volte, con piccoli cambiamenti si fanno passi da gigante verso il miglioramento organizzativo. Più che con grandi, costose e faticose consulenze. Eh sì, perché cambiare abitudini è un processo lungo, faticoso e che crea grandi resistenze. I piccoli cambiamenti invece sono più rapidi, generano fiducia, autostima, clima organizzativo, senso di appartenenza: danno la percezione che si può cambiare e che è piacevole e utile.

Questa è la straordinaria potenza dei piccoli, ma consapevoli, piccoli passi.

  • Condividi

Lascia un commento